Salute e nutrizionerdmk-admin
Il cane, dopo secoli di convivenza con l’uomo, segue una dieta piuttosto onnivora, composta da proteine, grassi e carboidrati. Le proteine animali sono fondamentali per i cani di tutte le età in quanto, grazie al loro contenuto di amminoacidi essenziali, contribuiscono alla formazione dei muscoli. Per garantire un apporto di tutti gli amminoacidi è utile variare la fonte proteica scegliendo menù con carni bianche, rosse, frattaglie, pesce, uova e latticini alternando a rotazione se il cane non presenta particolari intolleranze. Il cane gradisce particolarmente anche fonti proteiche vegetali come i legumi che possono essere aggiunti alle proteine animali. I carboidrati, previa un’appropriata cottura, offrono un ottimo valore nutrizionale e rappresentano una buona fonte energetica.
Le abitudini differenti, lo stato di salute, la fase di vita di un cane, comportano un’alimentazione bilanciata in modo differente che ne rispetti le diverse esigenze.
I grassi, di origine animale e vegetale, sono indispensabili per rifornire l’organismo di energia e aumentare l’assorbimento delle proteine; tuttavia cani particolarmente sedentari non necessitano di grandi quantità di grassi, spesso causa di obesità.
E’ consigliabile abbinare il consumo di crocchette al cibo fresco, perché quest’ultimo rispetta la modalità di dieta naturale.
La razione giornaliera di cibo va suddivisa in 2-3 pasti sia nel cane adulto che nel cucciolo, a distanza di almeno 6 ore da un pasto all’altro, per permettere al cane di digerire adeguatamente.
Healthy dog

Il gatto è per sua natura un carnivoro stretto, similmente ai felini selvatici e necessita di un quantitativo di proteine animali molto elevato. Al gatto sono indispensabili delle sostanze che possono essere fornite solo dai tessuti animali, quali la taurina, l’arginina e l’acido arachidonico presente nei grassi animali. I carboidrati devono essere forniti in quantità minore, prediligendo cereali altamente digeribili come il riso che grazie anche al contenuto di fibra facilita il transito intestinale e l’eliminazione dei boli di pelo che il gatto è solito ingerire. I grassi sono altrettanto importanti per il gatto, soprattutto i grassi animali che sono da preferire ai grassi di origine vegetale.
L’acqua è fondamentale nell’alimentazione del gatto, è opportuno quindi alternare il cibo secco al cibo umido, ricco di acqua e sali minerali.
È ben nota ai proprietari la tendenza del gatto a sviluppare una certa dipendenza verso gli alimenti consueti, il che rende spesso difficile, se non impossibile, variare la loro dieta. Solo la costanza e la perseveranza possono consentire nel tempo di poter somministrare alimenti con fonti proteiche diverse, evitando carenze nutrizionali ed offrendo un’alimentazione il più variegata possibile.
È opinione comune che il gatto debba mangiare poco e spesso, radicando l’abitudine di lasciare sempre il cibo a disposizione, di conseguenza il gatto imparerà a mangiucchiare senza mai essere spinto da un reale appetito. Consigliabile quindi suddividere la razione giornaliera in uno, massimo due pasti, la mattina e la sera lasciando il cibo a disposizione per un massimo di venti minuti.
Healthy cat