Dare interiora al cane è possibile? Tutti i motivi per farlo

Sara

Dare interiora al cane è un ottimo modo per mantenerlo in salute

Se ci chiediamo come fornire una dieta il più completa possibile al nostro cane, viene naturale pensare a quale poteva essere la sua alimentazione in natura, prima di imparare a guardarci con occhi imploranti, mentre siamo seduti a tavola.

Come abbiamo già detto in questo articolo sulla frutta nella dieta del cane, nella catena alimentare il cane è un carnivoro opportunista, cioè ricava nutrimento ed energia principalmente da alimenti di origine animale, ma può assimilare anche alimenti vegetali.

A differenza del lupo che è ancora un predatore a tutti gli effetti, il cane ha sviluppato delle sostanziali modifiche del genoma. In questo modo il suo intestino può trarre vantaggio dalla frutta, dai cereali e dalla verdura, dai quali ottiene zuccheri, vitamine, sali minerali e fibre.

I benefici delle interiora nella dieta del cane

Il nutrimento principale del cane, come abbiamo detto, deriva quindi dagli alimenti di origine animale e, di conseguenza, più ampio è il ventaglio di carni che gli offriamo, più nutrienti può assimilare.

Pensiamo a un predatore in natura che, cacciata la sua preda, si prepara a mangiarla.

Quale parte azzanna per prima?

Le interiora.

Sì, perché, per i nostri amici a 4 zampe le viscere sono un ingrediente gustoso. Ma, soprattutto, contengono più vitamine e sali minerali rispetto ai tagli di muscolo che solitamente vengono somministrati in un’alimentazione casalinga.

E non soltanto i pezzi più conosciuti, come fegato e cuore, ma anche polmoni, trippa verde e milza.

Sono tutti fonti preziose di vitamina A e del gruppo B, sali minerali come manganese, rame, zinco e ferro. Cosa possiamo chiedere di più ad un alimento?

cane con macchia

Le proprietà nutritive degli organi

Le interiora hanno valori nutrizionali differenti tra di loro, per questo sarebbe bene proporre al nostro cane differenti pezzi, ricordandoci che la percentuale da inserire nella ciotola è all’incirca il 10% degli ingredienti totali.

Ma attenzione a non esagerare: dare interiora al cane va bene, ma devono essere nella giusta quantità.

Gli organi principali: fegato, cuore, reni

Il fegato, ad esempio, che contiene molto ferro ed è un’ottima fonte di vitamina A, non dovrebbe superare il 5% del contenuto per non incorrere in un ipervitaminosi. Ma aggiungerlo, preferibilmente crudo, alla dieta del nostro cane porterà molti benefici. Una migliore ossigenazione del sangue, a livello riproduttivo una migliorata salute degli organi interessati e a livello muscolare un miglioramento di forza e resistenza.

Il cuore è un’importante fonte di Coenzima Q10 che aiuta le funzioni cerebrali, cardiache e la riproduzione delle cellule. Soprattutto per i cani anziani è fondamentale un’integrazione di CoQ10 perché è di grande aiuto contro le malattie croniche del sistema immunitario, cancro e diabete. È, inoltre, un’ottima fonte di tiamina (vitamina B1), riboflavina (B2) e niacina (PP).

Il rene è ricco di selenio che aiuta le funzioni cerebrali, molte delle vitamine del gruppo B ( in particolare B2, B3, B6, B12) e vitamina D, elemento indispensabile per la salute di muscolatura, ossa e sistema immunitario.

Gli organi secondari: milza, cervello, polmone e trippa verde

La milza contiene ferro e triptofano, quest’ultimo utile per il sistema cardiovascolare dato che aiuta il restringimento dei vasi sanguigni. L’alta concentrazione di ferro na fa un ottimo integratore per i cuccioli in fase di crescita.

Il cervello è una delle migliori fonti di DHA (acido docosaesaenoico) che appartiene alla famiglia degli acidi grassi omega-3. Particolarmente adatto a quei cani che non mangiano pesce, sostituisce gli integratori di olio di pesce, per chi vuole dare una dieta il più naturale possibile, senza l’aggiunta di lavorati.

Il polmone non è ricchissimo in nutrienti, ma è particolarmente indicato per quei cani che tendono a essere in sovrappeso perché è un cibo dietetico che crea un senso di sazietà con un apporto calorico minore. Contiene, comunque, una buona quantità di ferro e fosforo.

La trippa verde, o rumine, è uno degli stomaci dei bovini e il suo colore caratteristico è dato dal fatto di non essere stato lavato e di contenere residui di foraggio con enzimi digestivi. Oltre ad essere un ottimo appetizzante per cani debilitati, grazie al suo odore particolarmente apprezzato, è ricco di batteri lattici che contribuiscono a una sana flora intestinale.

Come dare le interiora al cane? Alcuni trucchi

A volte l’introduzione di organi in una dieta, soprattutto se si arriva da un’alimentazione industriale, magari farcita di insaporitori e grassi, può essere un po’ difficoltosa.

Ma possiamo usare qualche piccolo trucco per abituare il nostro amico a 4 zampe a dei gusti nuovi.

Possiamo:

  • frullare dei pezzetti parzialmente surgelati con un mixer o un robot da cucina fino ad ottenere una crema e unire a del brodo di ossa o a della carne macinata
  • tagliare a piccoli pezzi gli organi e mescolare il tutto ai bocconi di muscolo che compongono la maggior parte del pasto
  • scottarli leggermente in padella assicurandosi, però, che rimangano il più possibile crudi per non perdere le proprietà nutritive che, altrimenti, vengono disperse con una cottura ad alte temperature.
bassotto su letto

Per migliorare la salute del tuo cane, prova i nostri snack e integratori naturali.

  • appetizzante_alla_milza
    Scegli
    Scegli

    APPETIZZANTE ALLA MILZA

     9,80 15,90
  • Brodo di ossa in vasetto
    Scegli
    Scegli

    Brodo di ossa: una carica di vitamine e minerali

     2,00 15,00
  • Trippa essiccata
    Aggiungi al carrello
    Aggiungi al carrello

    TRIPPA verde essiccata

     3,90

Se ci volete scrivere per avere dei chiarimenti, oppure se volete approfondire l’argomento, siamo a vostra disposizione!