Pulire il pelo del cane con gli olii essenziali

Categories:Blog
Tags:, ,
Sara

Il pelo del cane è un immediato indicatore della salute del nostro amico a 4 zampe. Colore spento, eccessiva perdita e poco corpo ci fanno capire che qualcosa non va nella sua alimentazione o sono segnali di alcune patologie da verificare con il nostro veterinario di fiducia.

Il pelo del cane: shampoo per uso umano e ph.

Una cosa importante da ricordare è che gli shampoo per uso umano non vanno bene per il nostro amico a 4 zampe. Anche se formulati in modo delicato, di tipo erboristico o per bambini, non si adattano al ph della sua pelle che ne sarebbe alterato.

Infatti, il derma del cane è più alcalino del nostro, attestandosi tra il 6 e l’8,5 della scala di misurazione. Questo significa che l’uso di prodotti non creati in modo specifico per il cane potrebbe causare eritemi e fastidiose dermatiti.

La nostra pelle, invece, è più tendente all’acido con valori che vanno da 4 a 7 a seconda della zona del corpo.

cucciolo bianco sdraiato

La perdita di pelo: quando preoccuparsi.

Può succedere di notare una perdita di pelo, ma dobbiamo distinguere il normale ricambio fisiologico dalle alterazioni nel manto. Il primo ha due varianti: quotidiano o stagionale.

Come per i nostri capelli, anche i peli del cane hanno un ciclo vitale, finito il quale, cadono. Una semplice spazzolata quotidiana è sufficiente a raccogliere il pelo distaccato e a risparmiarci svariati passaggi dell’aspirapolvere!

Al cambio di stagione la perdita sarà più evidente per il naturale ricambio in vista dell’arrivo del freddo o del caldo. Anche in questo caso niente di preoccupante, bastano solo alcune spazzolate in più.

cane con spazzola in bocca

Quando, invece, la perdita è accompagnata da forfora o alopecia, oppure entrambe, si può essere di fronte a un problema alimentare (leggi qui per saperne di più), un’infestazione parassitaria, batterica o fungina. Consultate sempre il vostro veterinario di fiducia in caso notiate chiazze nel pelo e desquamazione della pelle.

Gli olii essenziali nella cura del pelo del cane.

Anche per gli olii essenziali, come per gli shampoo, ci sono differenze tra l’uso umano e quello canino.

A causa dell’olfatto estremamente sviluppato i cani sono molto più sensibili e necessitano di un dosaggio più basso di olio essenziale, pari circa al 25% di quello per uso umano. In pratica per 240 ml di base detergente, un massimo di 30 gocce di olio saranno sufficienti, oppure 10 gocce in 15 ml di olio vettore, tipo mandorla o cocco.

Cerchiamo di scegliere sempre olii di qualità e certificati biologici, eviteremo così prodotti di scarso valore e potenzialmente dannosi. Come destreggiarci nella scelta: facciamo attenzione all’etichetta che dovrà indicare la specie botanica, la parte della pianta utilizzata e il paese di provenienza. Un fattore importante è il metodo di estrazione che non deve utilizzare solventi chimici. Non deve contenere alcool e deve essere 100% naturale.

boccetta di olio di calendula

Ecco i principali olii benefici per il cane

·     Lavanda: antibatterico e antinfiammatorio
·     Citronella: repellente per insetti e antisettico
·     Rosmarino: idratante e antipulci
·     Camomilla: emolliente
·     Maggiorana: cicatrizzante e antibatterico
·     Menta piperita: rinfrescante
·     Eucalipto: deodorante

Per approfondire con le ricette di shampoo naturali:

5 ricette per preparare uno shampoo naturale per cani

Volete migliorare la dieta del vostro cane per ottenere un pelo splendente?

Se ci volete scrivere per avere dei chiarimenti, oppure se volete approfondire l’argomento, siamo a vostra disposizione!