Alimentazione casalinga VS alimentazione industrialedpac-admin

Una sana e corretta alimentazione

è il presupposto per una vita lunga e florida

In natura gli animali si nutrono con alimenti freschi, semplici e vari ma la convivenza con l’essere umano – in special modo per il cane – ha inevitabilmente portato ad un allontanamento dai modelli di alimentazione naturale e perciò ottimale.

Negli ultimi anni siamo sempre più attenti alle cure che offriamo ai nostri Pet che sono diventati parte integrante delle nostre famiglie e contribuiscono in modo concreto al nostro benessere. Ed è per questo che vorremmo per loro una vita lunga e in salute. Il metodo migliore per assicurargliela è nutrirli con alimenti sani, naturali e senza composti chimici.

Basta scegliere se volerci affidare all’alimentazione casalinga o industriale e perciò vagliare tra le varie soluzioni che in un caso o nell’altro ci vengono proposte.

Il Pet-food industriale

Il pet food industriale, siano crocchette, snack o alimenti in lattina, è prodotto con ingredienti non destinati all’alimentazione umana: di fatto gli alimenti per cani e gatti sono considerati un’opportunità che le industrie alimentari hanno per riciclare con profitto materiali di scarto che altrimenti sarebbero dei rifiuti e come tali smaltiti.

Il sistema di produzione del pet-food prevede l’impiego di varie sostanze chimiche, non specificate in etichetta, allo scopo di migliorare il gusto, la stabilità, le caratteristiche o l’aspetto  dei prodotti e – non da ultimo – per fidelizzare il palato del nostro amico peloso.

Inoltre le elevate temperature impiegate nella produzione industriale hanno l’effetto di distruggere principi nutritivi sensibili al calore e impoverire ulteriormente la qualità degli ingredienti utilizzati.

Ci siamo chiesti il motivo per cui, negli ultimi anni, molte delle patologie degli animali da affezione sono legate ad intolleranze ed allergie? Quante e quali sono le sostanze che quotidianamente ingeriscono i nostri beniamini che con l’andar del tempo, accumulandosi nell’organismo, sono causa di disordini e patologie?

L’alimentazione casalinga

Questo concetto di alimentazione si basa sulla disponibilità del proprietario a preparare personalmente la pappa per Fido utilizzando ingredienti freschi. Questo tipo di dieta presenta, tra gli altri, due innegabili vantaggi non strettamente legati alla nutrizione: la gratificazione reciproca tra proprietario e cane che contribuisce al benessere emozionale di entrambi e la possibilità di adattare la dieta alle esigenze del proprio animale.

La prima scelta che siamo chiamati a fare è tra una dieta cruda o cotta. Nel primo caso seguiremo i principi della dieta BARF che cerca di riprodurre quanto più possibile l’alimentazione dei canidi in natura somministrando ossa e carni crude, organi interni e verdure frullate in maniera tale da simulare le verdure presenti nello stomaco della preda. I cereali possono essere somministrati occasionalmente e in modiche quantità. Nel secondo caso avremo una dieta preparata con ingredienti cotti in modo parziale o completo. In ogni caso il corretto bilanciamento dei nutrienti viene ottenuto, come in natura, grazie alla rotazione degli ingredienti e pertanto rispettato nell’arco di settimane o mesi.

Alimentare il proprio animale in modo casalingo comporta un impegno non indifferente sia per la preparazione dei pasti che per la doverosa ricerca di documentazione e ricette per evitare rischiosi “fai da te” (quanto più comodo sarebbe aprire semplicemente una scatoletta!!!), tuttavia le fatiche sono ricompensate quando vediamo il nostro cane mangiare con gusto e voracità e notiamo in lui un miglioramento del benessere generale, sia in termini di vitalità che di aspetto, un rafforzamento del sistema immunitario e una maggiore resistenza ai parassiti… e tutto questo per una vita lunga e florida!